XIX Edizione del Premio Chimera d’Argento : premiati i paternesi Grazia Scavo e Domenico Arcoria

Cerimonia di premiazione del prestigioso riconoscimento ’Chimera d’Argento “ organizzato dall’Accademia d’Arte “Etrusca”, in collaborazione con la Presidenza del Consiglio Comunale di Catania. La XIX edizione del   Premio Internazionale presso l’Aula Consiliare del Palazzo degli Elefanti a Catania ha visto la partecipazione del primo cittadino Salvo Pogliese e del Presidente del Consiglio. A ricordare l’importanza del premio è intervenuta la stessa Carmen Arena, Presidente dell’Accademia d’Arte Etrusca: “il Premio Internazionale “Chimera d’Argento” nasce con lo scopo di valorizzare l’arte e la cultura della nostra Sicilia, e vuole essere un messaggio, una “chimera” di sicilianità nel mondo”.

Tra i premiati anche i paternesi Grazia Scavo, presidente di Città Viva e il diabetologo Domenico Arcoria.

“Dedico questo premio alla città che mi onoro di rappresentare – commenta Grazia Scavo- e nella quale in questi anni di attività al fianco della mia associazione abbiamo realizzato tante iniziative, culturali e sociali , in un territorio che ne ha davvero bisogno. Considero questo premio non un punto di arrivo ma uno stimolo a continuare con determinazione e passione le attività associative”.

Medesimo riconoscimento al diabetologo Domenico Arcoria che ha ricordato ai presenti l’incidenza e la complessità di una patologia che colpisce migliaia di persone . “Il diabete è una sindrome patologica che colpisce tutte le fasce di età, esso causa molte complicanze spesso gravi ed irreversibili. Oggi , circa il 6% della popolazione italiana ne è affetta e altrettanti non sanno di esserlo. La Sicilia si pone fra le regioni d’Italia a più alta prevalenza di condizione patologica . Si tratta di una malattia, a volte, così invalidante che deteriora la psiche e riduce la qualità di vita in quanto coinvolge vari organi come il sistema cardiovascolare, renale, nervoso, visivo,ecc. Per oltre 30 anni ci siamo occupati, nel nostro centro di diabetologia a Paternò , di prevenire e curare il diabete e le sue complicanze con grande attenzione e professionalità mettendo il paziente e la propria famiglia al centro della nostra attenzione al fine di non trascurare nulla che potrebbe far peggiorare l’evoluzione naturale e la storia di questa grave malattia. Un lavoro che migliora la sofferenza umana ripaga sempre in termini di soddisfazione interiore . Il rapporto di affetto ed amicizia e stima che si instaura con il paziente è qualcosa di indescrivibile,  traferire speranza è già una terapia avanzata che nessuna medicina potrà mai eguagliare ed è per questo che ci siamo, giorno dopo giorno , entusiasmati nella cura di questi pazienti coniugando , sempre , le più moderne terapie a stati di empatia che ci inorgogliscono e ci ripagano , seppur in modo silente, della nostra opera professionale. Ricevere un riconoscimento come la Chimera d’Argento ufficializza e attesta ogni nostro sforzo professionale nel tentativo di alleviare le sofferenze che tale patologia determina ed è per tale motivo che desideriamo ringraziare l’Accademia d’Arte Etrusca per il gradito riconoscimento conferitoci”.

Madrina della manifestazione è stata  Barbara Mirabella, Assessore alla Pubblica Istruzione e alle Pari Opportunità del Comune di Catania. Alla cerimonia,  condotta da Anastasia Di Stefano  con il coordinamento tecnico di Anna Maria Mio, non sono mancati i momenti musicali a cura del M° Giulia Strano (violoncello) e del M° Alessandro Strano (pianoforte).

La “Chimera d’Argento”, il “leone caprino” simbolo dell’Accademia Etrusca, nelle passate edizioni ha visto, tra i premiati, diverse personalità di elevato valore artistico, culturale e sociale, provenienti da varie parti d’Italia, ed è stata celebrata in diversi luoghi prestigiosi della città etnea, Castello Ursino, Museo Diocesano, Palazzo dei Chierici, ed adesso nella Sala Consiliare di Palazzo degli Elefanti.

Redazione Administrator

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *