Un verso e un incipit

A cifre chiare

vorremmo esserci

tradurre l’ombra

starle appresso

L’acqua non sazia mai

Giancarlo Stoccoro – Poesie

NOTA

Giancarlo Stoccoro, psichiatra e poeta milanese, classe ’63. Dice di sé: “Cammino sempre in punta di piedi e ascolto i sogni degli altri”. Nei suoi versi, che respirano sottovoce, c’è la consapevolezza che “la parola brucia tutto, slaccia le scarpe alle esistenze in transito”.

———–      ———–   ———–

Gli uomini si compiacciono di riassumere la propria esistenza in una formula – talvolta un’ostentazione, talvolta una lamentela. La loro memoria, compiacente, compone loro un’esistenza chiara, spiegabile. La mia vita ha contorni meno netti: come spesso accade, la definisce con maggiore esattezza proprio quello che non sono stato.

Marguerite Yourcenar – Memorie di Adriano

 

NOTA

Marguerite Yourcenar (De Crayencour in anagramma) scrittrice franco-belga, morta nel 1987. Fra queste pagine c’è un grande uomo “solo ma legato a tutto”, che alla fine della sua vita entra nella morte a occhi aperti e – “per conoscermi meglio prima di morire”- ricorda, considera, e ci insegna. C’è un mondo interiore sempre attuale, al quale attingere per saperci meglio.

Redazione Administrator

Be the first to comment

Rispondi