Si può viaggiare nel tempo?

Sì, ma solo nel futuro. La fisica del nostro universo non permette di ribaltare il verso della freccia del tempo. Il secondo principio della termodinamica lo proibisce. Esso afferma che l’entropia, cioè la misura del «disordine», di un sistema isolato tende ad aumentare fino al raggiungimento di un stato di equilibrio. In altri termini, si può dire che i processi che avvengono in natura sono irreversibili e non è possibile riavvolgere il flusso temporale.

D’altro canto, possiamo premere il «fast forward button» per viaggiare nel futuro. Come? Be’, serve un’astronave con motori fantascientifici oppure un buco nero a portata di mano. 

Secondo la teoria della relatività speciale, un orologio in moto batte il proprio tempo più lentamente di un altro in quiete. Pertanto, viaggiare a velocità estreme permetterebbe di rallentare incredibilmente i propri processi biologici, finendo col risultare più giovane di chi era nostro coetaneo al momento della partenza.

Un altro modo per rallentare i nostri processi biologici è quello di avvicinarsi ad un buco nero, o comunque ad un oggetto notevolmente massiccio. Secondo la teoria della relatività generale, un orologio vicino ad una grande massa batte il proprio tempo più lentamente di un altro posto più distante. La massa piega lo spaziotempo, provocando questo effetto. 

In entrambi i casi, non si tratterebbe di un viaggio nel «nostro futuro». In effetti, ci ritroveremmo nel «futuro altrui», poiché se per gli altri sarebbero trascorsi anni, per noi sarebbe trascorsa solo qualche ora, rimanendo così nella sfera temporale del nostro presente.

Giuseppe Russo
Giuseppe Russo Autori Zonafranca
Giuseppe Russo studia Fisica all’Università degli Studi di Catania e si interessa di astronomia. È appassionato anche di storia e filosofia, per questo non ha abbandonato l’affetto per le discipline umanistiche. Crede che la divulgazione sia uno dei cardini della cultura scientifica. Nel tempo libero si occupa di fotografia astronomica.

Be the first to comment

Rispondi