Si chiama “Cassie” il fattorino robot

Cassie sarà il nuovo fattorino del futuro! Un robot bipede in grado di camminare su qualsiasi terreno e ideale per la consegna di pacchi. Realizzato con 10 motori per i movimenti delle gambe e di molle ammortizzanti al livello delle ginocchia, che lo rendono ancora più efficiente. Un progetto dell’azienda Agility Robotics, spin-off della Oregon State University, guidata da Jonathan Hurst, che ha rilasciato un’intervista al sito Robohub. «Cassie ricorda molto un grosso uccello con lunghe gambe, senza piume e senza testa, anche se la sua morfologia è stata del tutto non intenzionale, solo frutto dei nostri calcoli», dice Hurst. «Ci sono dei gusci esterni fatti di un materiale molto resistente che coprono le parti in alluminio, di modo che il robot non si danneggi in caso di cadute. Arriva circa all’altezza del busto di un essere umano – continua – ed è stato molto interessante vedere la reazione delle persone che se lo trovavano accanto: la maggior parte gli ha appena rivolto un occhiata, come si farebbe con un cane a passeggio». Ancora il robot non è dotato di sensori e visori esterni, quindi non può vedere dove va, ma ha un sistema che gli permette di avere informazioni su dove si trovano le gambe, quanto vanno veloce e il loro orientamento. «Penso che un robot che può arrivare ovunque arrivi un essere umano – conclude Hurst – avrà un grande impatto sulla società». Cassie assomiglia molto ad uno struzzo, e ha una struttura che gli permette di muoversi bene nei diversi ambienti creati dall’uomo, rendendolo perfetto anche per raccogliere dati in ambienti esterni.

Teklab

Be the first to comment

Rispondi