Sapienza è il candidato pentastellato paternese

Tra i candidati alla corsa per il rinnovo dell’Assemblea Regionale Siciliana del prossimo 5 Novembre, nel collegio di Catania troveremo anche il candidato paternese Antonino Sapienza del MoVimento 5 Stelle con Giancarlo Cancelleri candidato presidente.
Pentastellato dalla prima ora, per il trentenne tecnico-informatico questa è la prima candidatura, anche se il suo attivismo politico annovera diversi anni di presenza sul territorio. È stato lui, insieme ad altri tre ragazzi, a fondare nel 2011 il primo “MeetUp” del M5S a Paternò: un gruppo che oggi conta più di quaranta attivisti, e che alle ultime elezioni amministrative è riuscito ad ottenere la presenza di tre consiglieri comunali in assise civica con la lista dell’ingegnere Salvo La Delfa candidato sindaco.
Nonostante il Sapienza sia nuovo alle competizioni elettorali, ha avuto modo di approfondire diversi aspetti della politica paternese e regionale. In modo particolare sulle tematiche riguardanti la sanità e l’agricoltura.

“E’ assurdo – dice il candidato del movimento – che le stesse persone protagoniste della progressiva distruzione e dello smantellamento del nostro ospedale, oggi continuino imperterrite a ricandidarsi proponendosi come la soluzione ai nostri problemi, godendo addirittura dell’avallo e della sponsorizzazione di alcuni esponenti istituzionali di questa martoriata città. Se vogliamo cambiare – conclude Sapienza – dobbiamo mandare in regione persone nuove, diverse. Continuando ad affidare la Sicilia alle stesse persone e agli stessi partiti il risultato sarà sempre lo stesso: lo sfacelo. Lo abbiamo visto con il condannato Cuffaro, ne abbiamo avuto conferma con il condannato Lombardo, lo abbiamo rivissuto con il disfacimento politico operato da Crocetta. Adesso non possiamo permetterci di consegnare la nostra terra a Musumeci ed ai suoi impresentabili.”
Antonino Sapienza è la proposta nuova del MoVimento 5 Stelle paternese, un giovane trentenne che è riuscito negli anni a stabilire una folta rete di contatti e collaborazioni con tutti i gruppi pentastellati della provincia di Catania. Anche per questo è riuscito a superare le “regionarie” interne al suo partito. Un candidato, dunque, informato sulle problematiche e le risorse di Paternò, ma anche dei territori limitrofi.
Il gruppo e la rete, non il solito clientelare “pacchetto voti”, sono la forza di Antonino Sapienza che, nonostante le regole auto-mutilanti di un movimento politico che (soprattutto in campagna elettorale) sembra costantemente limitarsi, potrebbe rivelarsi una grande sorpresa alle prossime elezioni regionali.

Redazione Administrator

Be the first to comment

Rispondi