A S. Francesco alla Collina, Bianca di Navarra e le sue Consuetudini

Il 25 novembre sarà la giornata contro la violenza sulle donne e Paternó, sensibile al l’argomento, ha stilato un ampio cartellone d’eventi a riguardo.
Lo start up proprio sabato 11 novembre, a San Francesco alla Collina dove si è parlato di una grande donna dello scenario locale: Bianca di Navarra, in occasione dell’anniversario delle concessione delle sue Consuetudini.
L’attività è frutto di un lavoro congiunto tra la quarta commissione, costituita dai consiglieri Francesca Chirieleison, Guido Condorelli, Claudia Flammia, Roberto Faranda, Rosanna Lauria, Emilia Sinatra e il presidente Barbara Conigliello, e diverse associazioni del territorio.
E l’idea si accende proprio da qui quando la presidente di “Città Viva”, Grazia Scavo, ha avanzato la proposta accettata subito dalla Commissione.
“Questo evento ha sancito l’inizio di un dialogo di collaborazione attiva e costruttiva con l’amministrazione – dichiara la presidente di Commissione, Barbara Conigliello -. Dal Sindaco, Nino Naso, all’assessore alla cultura, Maiolino, al capo settore, Arch. Girianni, fino ad arrivare al Presidente del Consiglio, Filippo Sambataro. La città ha accolto con entusiasmo e sensibilità la manifestazione che ha ricordato Bianca regina di Navarra, una delle ” donne” più emblematiche della storia di Paternò. Un ringraziamento va al prof. Vincenzo Fallica, storico paternese, per come è riuscito a raccontare la storia di Bianca e all’artista Cettina Busacca che ha allietato il pubblico alla maniera tipica dei cantastorie
I tempi sono stati molto ristretti, ma quando alla base vi è un lavoro di gruppo i risultati sono sempre positivi. In commissione lavoriamo con un clima positivo, al di là di ogni schieramento politico perché il nostro obiettivo, insieme al primo Cittadino, è dare risposte concrete alla città”.
Alla manifestazione erano presenti gli alunni della terza classe C scienze applicate del Liceo Scientifico E.Fermi di Paternò, impegnata in un progetto di Alternanza Scuola Lavoro, coordinato dalla prof.ssa Anna Loiacono, intitolato ” U paisi ca mi piaci”, parte del Consiglio comunale e molti cittadini.
“L’apertura dell’ente locale al mondo della scuola, al fine di collaborare a promuovere le otto competenze chiave europee dell’ apprendimento permanente – conclude la Conigliello – ci rende semplicemente orgogliosi”.
Questa è stata solo una della lunga serie di attività presenti nella programmazione contro il femminicidio è il rispetto di genere, il 24 novembre si farà una camminata solidale contro ogni forma di violenza sulle donne, alla quale parteciperanno diverse associazioni, le scuole e l’associazione “Arte Danza” che eseguirà un ” flash mob” a piazza Umberto.
Mentre il 28 novembre si terrà un dibattito al quale prenderà parte la presidente del telefono rosa e dell’ associazione Thamaya Onlus.
“Personalmente, sono molto contenta di essere stata piacevolmente coinvolta – dice Grazia Scavo -.
è stato un confronto meraviglioso e di crescita che ha dato un bel segnale alla città. La politica è questo: Dare. Un plauso anche al giovane consigliere Marco Gresta che, pur non facendo parte della commissione, ha aderito all iniziativa”.

Be the first to comment

Rispondi