Progetto “La Città”: Narrazione e rappresentazione dello spazio urbano attraverso la lettura delle stratificazioni culturali e sociali del territorio.

Il Liceo Statale F. De Sanctis – Liceo Linguistico e delle Scienze umane – conclude con una mostra l’attività  svolta da parte dei suoi studenti all’interno del progetto “LA CITTA’ “. La conferenza di presentazione di svolgerà presso l’Aula Magna del Liceo F. De Sanctis, lunedì 23 ottobre 2017 a partire dalle  ore 10,30.

Esprime la sua soddisfazione il Dirigente Scolastico – prof.ssa Santa Di Mauro – che ha voluto inserire  questo progetto nell’ ampio ed articolato quadro dell’Offerta formativa – che il Liceo De Sanctis – propone ai suoi studenti. “L’obiettivo è quello di sviluppare negli studenti  il senso di cittadinanza e la consapevolezza di essere parte attiva di una comunità in continua trasformazione, da conoscere e tutelare”.

Si conclude quindi con la mostra e la conferenza  la prima parte del progetto a cura del DART (Dipartimento Arte Territorio Rappresentazione) dell’ Istituto, guidato dal Prof. Mario Gelardi. “Il progetto trova le sue ragioni nell’esigenza di riconfigurare il rapporto tra il discente – inserito in un contesto formativo curriculare – e la città, intesa come stratificazione culturale, sociale ed economica.

Hanno partecipato al progetto gli studenti di tutti gli indirizzi dell’Istituto – Linguistico, Scienze umane ed Economico sociale, che hanno operato con didattiche laboratoriali e strumenti digitali; ciò nell’ottica di incidere profondamente sulla motivazione allo studio e di sviluppare il metodo dell’ “imparare facendo”.

La scuola incontra il territorio e si propone di promuovere  il senso di consapevolezza, di partecipazione e di appartenenza degli alunni in una esperienza di cittadinanza attiva, all’interno delle coordinate fornite  dallo studio della Storia dell’Arte, dell’Antropologia, della Sociologia.

Il progetto – che si sviluppa in tre annualità – ha già affrontato nel corso della prima annualità il tema “la città periferica” (i luoghi limite e marginali adiacenti al campagna urbana di Paternò). Nei prossimi due anni saranno oggetto di studio  “la città consolidata(dall’espansione storica fino agli anni ’80) e la città storica (l’acropoli e il borgo antico).

Rispondi

You may also like...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: