Piscina Comunale- il Comandante La Spina: “Le vasche erano piene”

L’apertura della piscina comunale a Paternò da troppi mesi riempie le cronache cittadine: la revoca alla FIN , un bando macchinoso protrattosi troppo a lungo, l’affido provvisorio e la marcia indietro del presidente Sergio Parisi, le proteste dei lavoratori ,  hanno certamente complicato la situazione. L’annuncio del sindaco Naso che, malgrado le avversità, aveva promesso l’apertura del più importante impianto sportivo della città per il 20 dicembre aveva riacceso le speranza degli utenti. Poi la doccia fredda: qualcuno pensa bene di svuotare le vasche e qualcun altro addirittura insinua il sospetto che le stesse fossero già vuote da parecchio tempo. Il dovere di cronaca ci impone la responsabilità di verificare le dichiarazioni, da qualunque parte esse provengano. E se non bastano le foto e i video a dimostrare che le vasche fossero piene senza dubbio più attendibile è la dichiarazione del Comandante dei Vigili Urbani , Antonino La Spina: “Posso affermare con assoluta certezza che in data 29 novembre 2019, entravo nella piscina comunale per incontrare il sindaco e la vasca   era  piena d’acqua”. La data è certa, 29 novembre, il giorno in cui il comandante e il sindaco si recavano in prefettura per un importante incontro sulla sicurezza. Le vasche, dunque,  erano piene, per svuotarle era necessaria una conoscenza piuttosto approfondita della struttura. Sulle dinamiche e sui moventi stanno indagando i carabinieri della Compagnia di Paternò ai quali è stata sporta una denuncia ufficiale da parte del primo cittadino.

La domanda è sempre la stessa: se il sindaco promette di aprire la piscina il 20 dicembre, e ce lo auguriamo tutti, chi può avere interesse a intralciare l’apertura? Non certo gli utenti che vedrebbero riattivato un servizio importante, non certo i dipendenti a casa e senza stipendio da troppi mesi, chi allora è stato così meschino?

Confidiamo nelle indagini ma anche sul buonsenso dei cittadini: le polemiche dividono sempre e una città divisa perde la sua essenza, sempre.

Redazione Administrator

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *