Paternò: torna la Fiera di Settembre dal 7 al 17

Si è tenuta stamattina, presso l’ufficio del sindaco Nino Naso, la conferenza stampa che ha illustrato l’imminente Fiera di Settembre di Paternò

La fiera, che verrà inaugurata il prossimo 7 settembre alle ore 18:00 presso la splendida cornice della Villa Moncadadi Paternò, vedrà un cartellone ricco di eventi e di attività, «saranno 10 giorni – ci dice l’assessore Pennisi – in cui saranno presenti circa 100 stand che vanno dall’agricoltura,al tempo libero, alla gastronomia. La fiera è a costo zero per il comune di Paternò, infatti le spese saranno sostenute da alcuni sponsor privati e dalla Regione Siciliana che al 99% dovrebbe darci un contributo».

«Lo scorso anno – aggiunge il sindaco Nino Naso – la fiera ha registrato migliaia di visitatori e sono sicuro che quest’anno saranno ancora di più.  La fiera è una delle risposte che vogliamo dare anche a qualche balordo checolpisce, con atti vandalici, i nostri luoghi simbolo della città, l’ultimo proprio presso il museo archeologico “G. Savasta, e che pensano di colpire direttamente l’amministrazione, ma invece colpiscono se stessi. L’amministrazione vuole dare una risposta positiva alla città: noi non ci fermiamo».

Alla manifestazione sono attivamente coinvolte diverse associazioni, in primis la Pro Loco, la cui presidente, ladott.ssa Salvina Sambataro, ha ricordato che la sua associazione «metterà a disposizione gli stand in cui saranno presenti i nostri artigiani, che occuperanno gli spazi a titolo gratuito, e naturalmente le associazioni. Avremo dunque modo di apprezzare il lavoro dei nostri artigiani, e delle nostre artigiane, e le associazioni che si alterneranno durante le serate per promuovere le loro attività».

La fiera vedrà la partecipazione di una serie di artisti apprezzabili, da Toti e Totino a Sasà Salvaggio, e Davide Simone Vinci. Non mancheranno serate dedicate alla musica, con i “Ligabue tribute band” e il “live Venditti coverband” fino alle varie esibizioni di danza di varie scuole di ballo e molto altro ancora.

Be the first to comment

Rispondi