Paternò , la replica dell’Ama “ Non ci piegheremo ai ricatti di nessuno “

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato del Presidente dell’Ama Andrea Lo Faro a nome e per conto di tutto il Consiglio di amministrazione :

“A seguito delle dichiarazioni dei consiglieri Distefano e Lo Presti tutto il Cda dell’Ama intende chiarire i termini di una questione che merita attenzione ma anche onestà . È inaudito che un movimento come Diventerà bellissima che fa capo a una persona per bene , come il nostro presidente della regione Nello Musumeci, possa essere rappresentato da consiglieri che portano avanti la politica delle bugie .
L’AMA  acquista da alcuni privati , possessori di pozzi , l’acqua per coprire il fabbisogno della nostra comunità ; i proprietari sono tenuti a pagare la fornitura di energia elettrica necessaria per estrarre l’acqua . Pur non avendo pagato tutte le fatture ci teniamo a sottolineare che il pagamento di un paio di fatture riesce a coprire il costo della fornitura di energia elettrica per un intero anno . Appare dunque evidente che la nota dei due consiglieri è pretestuosa e serve a coprire le pressioni di qualche proprietario che per accelerare il pagamento della fattura interrompe il servizio non pagando la bolletta all’Enel. Pertanto al di là della evidente inesattezza nell’attribuire all’Ama responsabilità che di fatto non ha , è opportuno in questa sede sottolineare che dietro queste accuse si nascondono interessi personali , e legami di parentela con qualche proprietario. Detto ciò , non c ‘è alcun obbligo per gli attuali fornitori di acqua nei confronti dell’Ama: se le condizioni non sono favorevoli per loro , cercheremo un’altra soluzione per continuare a offrire un servizio adeguato . Di certo non ci piegheremo nè ai ricatti nè alle minacce di famiglie abituate per troppo tempo a perseguire interessi personali .

Abbiamo già espletato un bando di affido del servizio che consentirà di abbassare ulteriormente il costo dell’acqua e lo abbiamo fatto perseguendo come unico interesse il bene comune . L’Amministrazione Naso , da parte sua , ha già predisposto due case dell’acqua già approvate dalla Giunta e dal Consiglio, che saranno installate una in V.le dei platani e l’altra in piazza Don Pino Puglisi;  ha predisposto il contratto di servizio atteso da 30 anni, già approvato dalla Giunta e che domani sarà discusso in Consiglio, nell’ottica del miglioramento dei servizi.

Questi sono i fatti : le accuse e le inesattezze le lasciamo agli sprovveduti che pretendono di fare politica”.

Redazione Administrator

Be the first to comment

Rispondi