Paternò a breve censimento loculi. Assessore Mannino “Stop alla gestione emergenziale, necessaria pianificazione attraverso censimento”

Ogni anno a Paternò ci sono in media 400 defunti, che riaccendono la questione dei loculi insufficienti a coprire il fabbisogno ordinario. L’amministrazione Naso, dall’inizio del suo mandato, ha realizzato 180 loculi ma appare necessario passare da una gestione emergenziale a una ordinaria. E’ questa la linea dell’Assessore ai Servizi Cimiteriali Ignazio Mannino, che ha portato in giunta la proposta di pianificare in modo responsabile l’assegnazione dei loculi.

“L’atto deliberato dalla Giunta- dice Mannino–  è il frutto di una razionale pianificazione, messa in campo dall’assessorato ai servizi cimiteriali  in sinergia con gli uffici, che  consentirà dopo decenni, di aggiornare e revisionare il censimento delle tombe nei civici cimiteri ed in particolar modo di  ottenere un elenco dettagliato delle tombe abbandonate e/o pericolanti al fine di riassegnare e/o riqualificare  le aree con particolare attenzione al Cimitero monumentale”.

Nello specifico l’iter amministrativo intrapreso permetterà, effettuata la ricognizione e le dovute verifiche,  la riassegnazione di tutte le  aree concesse e mai realizzate  per la costruzione di  tombe e cappelle gentilizie nel  nuovo cimitero .

“Saremo nelle condizioni di  poter  richiedere l’aggiornamento delle concessioni rilasciate da piu di 99  anni, che ad oggi risultano scadute, ed eventualmente procedere con una nuova riassegnazione sempre mediante evidenza di pubblico interesse nei confronti dei cittadini, nel solo caso in cui non persiste o è estinta la  volontà dell’avente diritto alla concessione”.

Questi gli  obiettivi e le linee tracciate dall’Amministrazione nel breve e medio periodo:

1.Consegna dei 100 loculi  già appaltati ed in via di esecuzione, messa a bando  dell’esecuzione dei rimanenti 240 loculi che completeranno il blocco dell’edicole al nuovo cimitero ed esecuzione ed asseganzione  delle tombe di famiglia già messe a bando e attribuite agli aventi diritto.

2.Avvio e realizzazione delle procedure e atti amministrativi che permetteranno, dopo diversi decenni, l’assegnazione delle concessioni per le  aree destinate alle  Cappelle private e  Gentilizie riservate alle confraternite.

3.Utilizzo degli introiti derivanti dalla riassegnazione delle tombe abbandonate e/o pericolanti e degli oneri concessori scaduti per la manutenzione dei civici Cimiteri.

4.Accesso a fondi della Cassa depositi e prestiti per la manutenzione straordinaria   e la realizzazione di nuovi loculi presso i due  Civici Cimiteri,  che ci permeterebbero di recuperare il patrimonio cimiteriale fortemente deteriorato a causa del trasccorrere dei decenni e dell’incidenza delle inteperie atmosfriche che assieme alla   mancata manutenzione ordinaria ci pone  oggi nella obbligata condizione  di dover intervenire in via straordinaria e ingente.

Concretamente assicura l’assessore Mannino in tempi brevi si darà incarico per il censimento,

che sarà più complesso per il cimitero monumentale.

Netith

https://www.netith.com/job/

Redazione Administrator

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *