Ottobrata Zafferanese è boom di presenze

Un successo strepitoso per la prima domenica dell’Ottobrata Zafferanese, con un boom di presenze, oltre 8 mila visitatori, sin dalle prime ore del mattino hanno letteralmente invaso tutto il “gustoso” percorso della manifestazione.

Migliaia di famiglie e giovani, hanno riscoperto i sapori di Sicilia e in particola dell’uva, protagonista di questo primo appuntamento, preparata in numerose varianti e accostamenti culinari, che hanno raggiunto il trionfo nel piatto gourmet del risotto all’uva e cannella.

 Una festa made in Sicily, che ha preso ufficialmente il via da piazza della Regione Siciliana, con il taglio del nastro alla presenza dell’assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo, Manlio Messina;l’onorevole Anthony Emanuele Barbagallo; il sindaco metropolitano Salvo Pogliese; il sindaco di Zafferana Etnea, Salvo Russo; il vice sindaco, Ezio Pappalardo; l’assessore al Turismo Salvatore Coco; il presidente del Comitato organizzatore Ottobrata Zafferanese, Giovanni Grasso; la founder della èxpo, Barbara Mirabella, il referenti di Aic Sicilia, Giuseppina Costa e il coordinatore Telethon Catania, Maurizio Gibilaro.

“Siamo felici di essere presenti a questa manifestazione gastronomica di così grande rilievo per il nostro territorio – dichiara l’assessore Messina -. Noi come assessorato regionale al turismo daremo tutto il nostro supporto nella convinzione che questa edizione possa dare nuova visibilità a Zafferana Etnea, per superare le difficoltà del terremoto dello scorso dicembre”.

Durante tutta la giornata un fiume di gente ha riempito anche la nuovissima area food, allestita all’interno dell’ex campo sportivo, in via Rocca D’Api, da Èxpo, azienda leader nell’organizzazione di eventi a livello nazionale e che è diventata “plastic free”, con stoviglie monouso 100% biodegradabili, compostabili e riciclabili.

“Mi auguro che questa edizione dell’Ottobrata Zafferanese – commenta il sindaco Salvatore Russo – venga ricordata in positivo per le scelte coraggiose che abbiamo voluto prendere, puntando soprattutto sull’aspetto qualitativo e sulla totale sicurezza del territorio. Abbiamo deciso di seguire una filosofia “green” nel pieno rispetto dell’ambiente, valorizzando i nostri prodotti tipici locali”.

Dal risotto e panino con salsiccia e funghi, ai fusilli al ragù di maialino; dagli anelletti al forno alla norma, ai caliceddi; dal panino vegetariano, alla caponata siciliana. Sono state queste le prelibatezze preparate dalle sapienti mani degli chef Gaetano e Vincenzo Quattropani e dal loro qualificato staff, che oltre il palato, ha deliziato anche gli occhi dei visitatori, con spettacolari e magnetici cooking show.

Redazione Administrator

Be the first to comment

Rispondi