Mons. Salvatore Gristina inaugura la nuova chiesa nel quartiere Scala Vecchia

Domenica mattina da ricordare, quella del 18 Marzo, per la comunità parrocchiale di S. Antonio Abate nel quartiere periferico Scala Vecchia che, unitasi al Sac. Nino Pennisi, ha accolto il Vescovo Mons. Gristina nella sua visita pastorale al territorio, invitandolo a celebrare la messa inaugurale che apre le porte della nuova Chiesa, da tempo attesa. Presente all’evento anche il Primo Cittadino Nino Naso. La Parrocchia S. Antonio Abate in Santa Maria della Scala, nella sua essenzialità, è esempio della generosa operosità di quanti hanno voluto contribuire alla sua costruzione. L’edificio è pressoché completo anche se all’esterno permane qualche traccia di cantiere; del resto Padre Pennisi, nel presentare la Parrocchia a Monsignore Gristina, ha manifestato con le sue parole l’intenzione di voler che Essa “rimanga un cantiere aperto, una scuola di Santità”, quasi a voler sottolineare il desiderio di espansione della Comunità, nell’allestimento funzionale della struttura (come il bisogno di dotarsi di aule da destinare alla catechesi) ma soprattutto nella sua crescita spirituale ed apostolica. Del Parroco ricorre il 25°Anniversario di sacerdozio, e certamente tale evento inaugurale è una risposta significativa al suo operato e al rapporto costruito con i fedeli. Nel suo discorso al Vescovo, Padre Nino, non dimentica di sottolineare che l’edificazione della Chiesa si deve ad un grande spirito di collaborazione che ha unito i parrocchiani ed in genere i cittadini: da chi ha donato il terreno a chi ha prestato con impegno la propria maestranza; da chi si è speso per il reperimento di fondi a chi ha regalato materiali o servizi, come ad esempio le operazioni di sbancamento; da chi ha potuto contribuire anche solo con la Preghiera e, non ultimo per importanza, al sostegno dato dalle Scuole del territorio. Ha infine concluso il proprio intervento affermando che tale Parrocchia rappresenta il tema pastorale proposto ‘Pastore e Fedeli insieme’ perché ha creato le condizioni per (si riporta testualmente) “diventare un’unica casa, un unico tetto, un’unica vita”. Mons. Gristina ha poi avviato la celebrazione eucaristica offrendo spunti di riflessione sulla figura di Gesù Crocifisso; nelle battute finali della Messa ha inoltre invitato i numerosi partecipanti a prendere visione del calendario sugli appuntamenti della Visita Pastorale. In particolare ha raccomandato ai fedeli di non mancare all’Assemblea che si terrà Sabato 24 Marzo: “occasione di dialogo su vari aspetti: funzionali, amministrativi, liturgici” compresa la proposta avanzata dalla Parrocchia di dedicare la Chiesa alla Madonna della Scala.

Be the first to comment

Rispondi