Le passioni che fanno bella la vita – La musica di Alessandro Mineo

L’arte è un linguaggio universale capace di raggiungere l’animo di ognuno di noi senza distinzioni di sorta, e la musica è – fra le arti – il linguaggio più immediato: arriva direttamente alla nostra sensibilità e ci emoziona.

Musica e canto sono le passioni di Alessandro Mineo, uno studente di Odontoiatria e protesi dentaria all’università di Catania, ha 22 anni e – ci spiega – che è stato suo nonno a trasmettergli l’amore per la musica, che coltiva sin da bambino. Il pop-rock è il suo genere musicale preferito.

Alessandro studia e nel frattempo mette alla prova la sua passione artistica: ha superato la preselezione per il noto programma televisivo Amici (condotto da Maria De Filippi) e adesso è in attesa del risultato.

Ci ha raccontato di un progetto molto importante che lo porterà presto a Milano e Zona Franca, ci teniamo sempre, fa il tifo per lui e per tutti i paternesi bravi e belli che portano fuori il nome della nostra bistrattata Città rendendoci orgogliosi.

Sappiamo che questo nostro ragazzo è stato contattato dal compositore e producer di Alessandro Casillo (vincitore di Sanremo Giovani 2012 e concorrente ad Amici nel 2018); “Sono felice che un produttore di un certo spessore si sia interessato a me e creda nelle mie capacità”.

Il nostro Alessandro produrrà il suo primo album a novembre, con la collaborazione di Audio Planet, uno studio di produzione musicale di Paternò. “Il mio lavoro contiene anche un brano dedicato a mio nonno, il titolo è Rughe come strade”. Il titolo del primo singolo è invece Un’altra vita, lo stesso del progetto.

Un’altra vita è un titolo suggestivo che si presta all’augurio;un’altra vita la auguriamo a chi fatica con questa, un’altra vita che sia la stessa ma più consapevole, la auguriamo a ognuno di noi.

Ad Alessandro e a tutti i giovani di belle speranze come lui, auguriamo ogni bellezza.

Cettina Caliò
Cettina Caliò Autori Zonafranca
Cettina Caliò dice di sé: “Nasco ossimoro: sono un sognatore realista”, e dicono di lei: “Sei una rompiballe epica”. Ha studiato presso la Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori di Roma e presso la Facoltà di lingue e letterature straniere di Catania. Scrive per Zona Franca da tre anni; lo ha visto nascere al tavolo di un bar, una mattina di primavera. Si occupa di insegnamento privato e di insegnamento on-line della lingua inglese. Scrive poesie e racconti. Sostiene di scrivere perché ha nostalgia di tutti i momenti in cui si è sentita viva. Ama le parole di due sillabe e gli autogrill. La musica classica è la sua variante del silenzio. Divide le persone in due categorie: quelle in gamba e quelle che non lo sono. Legge molto perché, afferma, le piace andare lontano restando vicino. Ha pubblicato 4 libri di poesie e ottenuto significativi riconoscimenti in ambito nazionale. Figura su riviste e antologie letterarie.

Be the first to comment

Rispondi