Il Leo Club Paternò si mette in gioco: Progetto Kairós

Si sta per concludere il Progetto Kairòs promosso dal Leo Club Paternò. Il temine Kairòs deriva dal greco e vuol dire momento opportuno. Si tratta di un progetto di inclusione sociale in cui l’obiettivo è quello di favorire l’integrazione di chi vive una disabilità e di sensibilizzare i normodotati alla diversità e alla disabilità.
Numerose sono state le attività promosse dal club. Il 4 novembre 2017, insieme al Lions club di Paternò, è stata organizzata una conferenza dal titolo “Sport e scuola: veicoli di valori”. In tale occasione è stata invitata ad esibirsi l’associazione Con-Tatto di Paternò, la cui protagonista indiscussa è stata Sofia Aloisi, diciottenne disabile con una grande passione per la danza e la musica. Sofia, ballando sulla sua carrozzina, ha dato ai partecipanti una grande lezione di vita: la disabilità non è un limite ma una ragione in più per abbattere ogni barriera ed esprimere con tutta la propria forza e la propria grinta l’amore per la vita.
Un altro service ha riguardato la sensibilizzazione nelle scuole mediante la lettura del manuale “Alla ricerca di Abilian”. La storia narra il viaggio di un piccolo panda che, rifiutato dal proprio gruppo perché diverso, dopo numerose difficoltà riesce a raggiungere un luogo accogliente. Durante il viaggio il protagonista incontra numerosi amici animali, tutti diversi tra loro, e impara, di volta in volta, che per riuscire a raggiungere un obiettivo è fondamentale collaborare e apprezzare la diversità di ogni essere vivente. In quest’attività sono stati coinvolti gli alunni delle quarte classi della scuola primaria G. Marconi di Paternò. In totale sono stati organizzati cinque incontri, all’incirca uno al mese a partire da gennaio. In ogni incontro è stato letto un capitolo e subito dopo gli alunni hanno svolto le attività suggerite nel manuale, per riflettere di volta in volta sui temi trattati. Inoltre, durante l’ultimo incontro i bambini hanno utilizzato un gioco dell’oca speciale “Let’s Play Different”, attraverso il quale hanno appreso, giocando, quanto sia meravigliosa la diversità.
<<Gli incontri sono stati divertenti e abbiamo imparato tante cose nuove.>>
<<Tutti i bimbi devono conoscere la storia del piccolo panda.>>
<<Questo progetto è bellissimo perché il piccolo panda incontra tanti amici che lo aiutano.>>
<<Grazie ai ragazzi del Leo club abbiamo svolto tante attività divertenti e istruttive.>>
Questi sono solo alcuni dei commenti che gli alunni hanno espresso.
Se con il manuale sono stati sensibilizzati gli alunni delle scuole, con l’ampliamento del Parco del Sorriso di Paternò, anche il Leo club ha contribuito per lasciare un segno tangibile nel proprio territorio dei principi di inclusione. Il Giardino del Sorriso è attualmente l’unico parco inclusivo della Sicilia orientale, pensato senza barriere architettoniche in cui tutti i bambini, anche quelli con disabilità, possono giocare insieme. Il nuovo gioco “Il Percorso del Sorriso”, fortemente voluto dall’associazione Zona Franca, è stato acquistato grazie al contributo di numerose associazioni paternesi. In particolare il Leo club Paternò ha contribuito donando il ricavato di un aperitivo, organizzato nel mese di gennaio. L’emozione più grande per i soci Leo è stata quella di percepire la gioia negli occhi di Maria Angelica Giordano che, nella sua sedia a rotelle, ha inaugurato il nuovo gioco.
L’ultimo evento per questo anno sociale per il Progetto Kairòs si svolgerà durante la Green Week, manifestazione promossa dal comune di Paternò con il patrocinio dell’Unione europea e con la collaborazione di numerose associazioni del territorio. L’appuntamento è per la “Festa dell’aquilone”, organizzata dalla Pro Loco di Paternò, che si terrà presso lo slargo antistante il castello normanno nella mattinata del 21 maggio. Saranno presenti il Leo club Paternò, l’associazione Cettina Busacca- figlia d’arte, l’associazione Musica&Movimento, A.S.S.E. Sicilia, la Compagnia “Il Saraceno” e l’ANPAS che con momenti ludici e ricreativi intratterranno grandi e piccini durante tutta la mattinata. Nello specifico il Leo club si occuperà di far conoscere il progetto Kairòs e di far giocare i bambini con il gioco dell’oca “Let’s Play Different”.
Referente del progetto l’Ing. Fiorenza D’Urso: << Spero tanto che in futuro riusciremo a fare sempre di più per promuovere questo progetto. La diversità è un valore aggiunto se si guarda il mondo con occhi attenti. Il progetto ormai sta volgendo al termine, ma siamo certi che tra qualche anno ricorderemo ancora lo spirito di collaborazione tra i bimbi normodotati e quelli disabili, la passione per la danza di Sofia e l’orgoglio di avere un parco inclusivo nella nostra città sempre più grande. >>.
 

Redazione Administrator

Be the first to comment

Rispondi