Grande successo per l’evento “Cinema sotto le Stelle”

Sabato 14 luglio, nel cortile della parrocchia San Giovanni Bosco di Paternò, si è concluso l’ultimo dei quattro appuntamenti di “Cinema sotto le Stelle”, la kermesse cinematografica che, giunta alla sua quinta edizione, ha riscosso un grande interesse e una grande partecipazione di pubblico.

Presente durante la serata di chiusura anche il sindaco di Paternò, il dottor Nino Naso, che ha sottolineato l’importanza di eventi di aggregazione per i cittadini come quello che ha creato la storica parrocchia del quartiere Coniglio.

La parrocchia, guidata dallo scorso settembre dal parroco don Maurizio Pagliaro, ha voluto organizzare questo evento con lo scopo di creare non solo momenti di divertimento ma anche di aggregazione, cultura e crescita per gli abitanti del quartiere e dell’intera città.

«Il cineforum – ha affermato padre Maurizio Pagliaro – è importante perché è un modo reale di soddisfare quella che è un’esigenza dell’uomo, quella cioè di non stare chiuso in se stesso ma di relazionarsi. La chiesa non può trascurare questo aspetto primario della creazione; l’uomo è stato creato ad immagine e somiglianza di Dio, ma Dio è sia uno che trino, e quindi una relazione di comunione di amore fra il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo, e allora l’esigenza dell’uomo di vivere la comunione si manifesta anche in questi momenti».

Questa è stata la prima esperienza di cineforum in veste di parroco per padre Maurizio Pagliaro, infatti «anche se ho partecipato, seppur indirettamente, alle due precedenti edizioni perché ho collaborato con padre Enzo Algeri, che in quel periodo era l’amministratore della parrocchia, ho vissuto questa edizione in maniera più diretta, questa volta da parroco ed è stato bello vedere l’entusiasmo che si viene a creare attorno all’organizzazione di eventi come questo».

«Uno dei punti di forza del cineforum – aggiunge don Maurizio – è senza dubbio la sinergia dei 40 volontari della parrocchia che durante queste settimane hanno lavorato duramente per la realizzazione di questo importante progetto».

È stata, dunque, una edizione che ha coinvolto grandi e piccini. «Un’attività come questa che riesce a raggruppare tutte le fasce di età, dai bambini agli anziani, è sicuramente un progetto che va perfezionato, migliorato, non trascurato e portato avanti».

In molti ricordano il cinema Don Bosco di padre Randazzo, però «al momento, con molto dispiacere e molto dolore, la parrocchia non ha le forze e i fondi necessari per poter affrontare un lavoro di ripristino e di restauro dei locali dell’ex cinema. Ho avuto modo di vedere delle foto di questo gioiello che padre Randazzo era riuscito a mettere su. La parrocchia non ha le forze per poter, da sola, affrontare questo ripristino, anche perché abbiamo altre esigenze, come le infiltrazioni d’acqua nel presbiterio e nel tetto. Abbiamo infatti già iniziato con un tecnico della diocesi a verificare la struttura stessa della chiesa. Se le istituzioni ci possono venire in aiuto con una cooperazione e con un progetto, potrebbe diventare veramente qualcosa di fantastico non solo per questo quartiere ma per tutta Paternò, soprattutto perché una città come questa non ha un ampio luogo in cui ospitare le compagnie teatrali e di recitazione. Potrebbe essere una bella occasione – conclude padre Maurizio – per portare avanti la cultura del teatro, della recitazione e dello stare insieme. Purtroppo al momento questo progetto resta un sogno nel cassetto perché non abbiamo le chiavi per aprirlo».

Be the first to comment

Rispondi