Etna: l’eruzione di Natale

In questi istanti il web pullula di immagini del Vulcano in attività. La provincia etnea, infatti, da stamane è interessata da un continuo sciame sismico con scosse di terremoto ad intensità variabile, alcune lievi e altre avvertite dalla popolazione.
Come da notizie trasmesse dai comunicati trasmessi dall’INGV, le scosse registrate sono circa 130, delle quali le più intense con magnitudo 4.0 (alle ore 13:08 localizzata a 6 km da Zafferana Etnea) e ML 3.9 (localizzata nella zona di Monte Palestra fianco NO del vulcano).
Sono i bassi con cui il Vulcano nostrano fa avvertire la sua possente presenza in un giorno di vigilia al Natale, restituendoci un’immagine suggestiva. A partire dalle ore 12,00 si è intensificata l’attività emissiva di gas e ceneri che ha interessato inizialmente la Bocca Nuova e il Cratere di Nord Est a cui si è quasi immediatamente accompagnata l’attività stromboliana, localizzata sulla sommità del Nuovo Cratere di Sud Est.
I movimenti sono costantemente monitorati dall’INGV, che rimane in continuo aggiornamento con le unità operative della protezione civile. Già alle 12,00 l’Ist. di Vulcanologia ha infatti informato le autorità aeronautiche con il comunicato Vona Rosso sullo stato di emissione delle ceneri.
A Muntagna si smovi, attrae e spaura ma non potremmo starne senza.
Foto di Maurizio D’Alì

Laura Di Marco
Laura Di Marco Autori Zonafranca
Classe 1979, laureata in Filosofia e insegnante presso la Scuola Secondaria di Secondo Grado. Da sempre coltiva l’interesse per la lettura, le gite fuori porta e gli animali. Crede che bisogna sempre mettersi in gioco e leggere opportunità laddove ci sono ostacoli.

Be the first to comment

Rispondi