Elezioni Amministrative a Ragalna – Emanuele Motta candidato sindaco

Elezioni amministrative a Ragalna il prossimo 28 aprile. In corsa per la poltrona di primo cittadino ci sono l’uscente Salvatore Chisari ed Emanuele Motta, giovane talentuoso, non nuovo alla politica e con tanta voglia di fare . Un programma, il suo,  ricco di idee per rilanciare il piccolo centro pedemontano , da sempre meta ambita anche  per quanti vogliono trascorre le proprie vacanze usufruendo di un clima salubre. “Non mi presento contro nessuno – ha dichiarato Motta- ma in alternativa all’attuale sindaco, nell’esclusivo interesse per la mia comunità. Desidero mettere a frutto le mie passate esperienze di amministratore e ritengo doveroso agire in prima persona per tentare di migliorare la qualità della vita dei miei concittadini attraverso un nuovo modo di amministrare”. Chi ambisce ad indossare la fascia da primo cittadino deve avere le idee chiare in tempi in cui i comuni faticano ad arrivare a fine mese per assicurare i servizi essenziali. In tal senso, Emanuele Motta, da attento conoscitore del territorio, ha delle priorità sulle quali ha fondato il suo programma elettorale: “Ragalna si trova in un momento di stagnazione economica che sta assumendo proporzioni sempre più preoccupanti, basti pensare che negli ultimi anni diverse attività commerciali hanno chiuso i battenti. Per fronteggiare la crisi è necessario un piano di rilancio di tutto il tessuto produttivo, a partire dal turismo e dalle attività ad esso  connesse”.

Si presenta con una coalizione eterogenea, i cui soggetti  appartenengono per tradizione ad aree politiche diverse : “L’eterogeneità politica del mio gruppo rappresenta per noi un motivo di solidità della nostra azione amministrativa a dimostrazione di quanto sia condiviso il desiderio di far rinascere la nostra comunità. Le diverse sfaccettature politiche saranno un valore aggiunto per perseguire risultati importanti”. La lista “Rinascita” è composta da candidati di grande spessore sul piano delle competenze , espressione di un tessuto sociale che ha tutta la voglia e l’entusiasmo di ripartire.

La campagna elettorale di Emanuele Motta  ha visto la partecipazione di esperti in diversi settori ; tra questi la prof.ssa Adine Gavazzi, membro UNESCO, che ha affrontato il tema dell’Etna portando degli esempi pratici di valorizzazione del territorio.  “Mi impegno, sin da subito, a creare un percorso turistico-naturalistico che parte dal nostro futuro centro civico della nostra città, con l’apertura dell’enoteca comunale e arriva alla parte più alta del nostro territorio, sito UNESCO,  con una serie di azioni volte alla promozione di poli di attrazione turistica, come la riqualificazione della pineta con aree attrezzate per le famiglie”.

 

Redazione Administrator

Be the first to comment

Rispondi