Due sorelle adranite premiate al “Redhead DaysSicily

Lo scorso weekend, l’incantevole scenario della regina delle Egadi, Favignana, è apparso ancora più singolare grazie alla presenza di decine di chiome rossicce che hanno aderito al Festival dedicato a quanti madre natura ha donato fulvi capelli.

I Paesi Bassi i pionieri del settore, che da circa un decennio ospitano in alcune delle loro località il

Redhead Days, con la prima edizione nel 2005 presso Austen e la 14° presso Tilburg nel weekend dal 23 al 25 Agosto 2019.

Scopo del Festival è far incontrare giovani e meno giovani, bambini, indistintamente uomini e donne, che hanno come denominatore: sfumature ramate e voglia di divertimento, aggregazione e condivisione. I partecipanti infatti vengono accolti e coinvolti in una serie di attività (workshops, animazione per piccini, contest fotografico) frazionate nell’arco di una tre giorni.

Prendendo ispirazione da questo modello europeo, lo scorso weekend dal 7 al 9 ha avuto luogo la prima edizione del “RedheadDays Sicily”, i cui organizzatori hanno volutamente scelto di svolgere a Favignana che di tinte rame ne può fare vanto. Dichiarano sul sito ufficiale dedicato all’evento: “La scelta dell’isola di Favignana come location non è stata casuale. Nella più grande dell’arcipelago delle Egadi c’è Cala Rossa ed è pure l’isola del tonno rosso (pesce al quale è legata la storia dell’ex stabilimento Florio), i tramonti offrono panorami mozzafiato col sole che, mentre si addormenta, colora il cielo di tinte rosse”.

Tra i vari eventi, la versione siciliana del maxi raduno che ha visto la presenza di circa 150 rossi, ha inserito in calendario una corrida di dilettanti allo sbaraglio. Partecipi anche, due sorelle di Adrano, Carla e Silvia Alongi, che si sono distinte nel corso della corrida con un’esibizione suggestiva di canto. In un arrangiamento personale, le sorelle nostrane, hanno con intensità interpretato le note di Cu Ti Lu Dissi di Rosa Balistreri, incantando la giuria composta da Maurizio Bracconieri di Forum e dalla Jena, Ismaele La Vardera. A presentare Vanessa Galipoli. Silvia ha cantato e Carla l’ha accompagnata dolcemente con la sua chitarra. Bellezza, bravura e presenza scenica hanno permesso loro di vincere meritatamente la prima edizione del Redhead Days Sicily. Raggiunta Silvia al telefono, che si fa portavoce anche per la sorella, non nasconde soddisfazione per l’esperienza vissuta che da tempo aspettavano di fare, tanto che si erano quasi organizzate per prendervi parte quando uno dei raduni mondiali venne organizzato in Irlanda. Infine hanno atteso di presentarsi nella loro terra di Sicilia, che non a caso ha portato fortuna. Quando abbiamo chiesto a Silvia di esprimere una loro sensazione a caldo, con spontaneità ha detto: “Fin da piccole sono stati rari i momenti in cui è capitato di incontrare persone coi capelli rossi, solitamente in tutti i luoghi eravamo noi a non passare mai inosservate […]questa (fa riferimento al Redhead Days) è stata la prima volta in cui non era possibile trovarmi con un colpo d’occhio”

Laura Di Marco
Laura Di Marco Autori Zonafranca
Classe 1979, laureata in Filosofia e insegnante presso la Scuola Secondaria di Secondo Grado. Da sempre coltiva l’interesse per la lettura, le gite fuori porta e gli animali. Crede che bisogna sempre mettersi in gioco e leggere opportunità laddove ci sono ostacoli.

Be the first to comment

Rispondi