Domenica 1 ottobre Catania è STREET WORKOUT

Arriverà anche a Catania domenica 1 ottobre lo Street Workout, il format collaudato già in molte città italiane che coinvolge gli amanti dello sport in una veste assolutamente insolita. La strada diventa una palestra virtuale, nella quale le scale, le panchine,  i marciapiedi diventano gli attrezzi per mantenersi in forma e raggiungere il famigerato wellness. Cuffie wireless , t-shirt e  zaino in spalla, i partecipanti attraverseranno le principali piazze del centro storico guidati dai trainers che presenteranno in alcune di esse brevi masterclass di alcune discipline (zumba, pilates, tonificazione ecc.).

L’iniziativa parte da Altair Club in collaborazione con il Gruppo Sicilia Wellness, con il patrocinio della Città Metropolitana di Catania.

Il raduno dei partecipanti è previsto a Villa Bellini alle 9,30  e,  dopo un breve riscaldamento,  si procederà lungo la via Etnea in direzione Piazza Stesicoro, con la prima masterclass. La seconda tappa sarà la suggestiva Piazza Università e da lì i partecipanti si dirigeranno verso Piazza Duomo per la terza masterclass. Attraversando Porta Uzeda si arriverà a Villa Pacini per poi risalire da via cardinale Dusmet, passando per via Porticello, via Vittorio Emanuele e via Landolina.

Gran finale previsto a Piazza Teatro Massimo.

“Sarà l’occasione – dicono Martina Milazzo e Gabriella Aiosa, organizzatrici dell’evento- per trascorrere una domenica alternativa nella nostra bellissima città, dedicandoci a ciò che è la nostra passione e coniugando l’aspetto culturale che in questa circostanza rapresenterà un binomio inscindibile”. La sosta nelle piazze, infatti, consentirà ai partecipanti di  conoscere più da vicino , grazie al supporto di una guida, le straordinarie bellezze monumentali e architettoniche che Catania offre e che l’hanno portata in questi anni ad essere meta ambita di tanti turisti.

Per partecipare all’evento è necessario prenotarsi presso uno dei centri Altair Club o presentarsi la stessa mattina a Villa Bellini.

Redazione Administrator

Be the first to comment

Rispondi