Disturdi della vista : miopia e astigmatismo. Intervista alla dott.ssa Valentina Cifalinò .   

Oggi giorno, sempre più persone, sia adulti che bambini sono costretti a ricorrere alle lenti per poter goder di una buona vista. I medici danno per lo più la colpa ai sistemi e alle tecnologie informatiche che tolgono la vista indebolendo l’occhio e soprattutto stancandolo. Tra le patologie più diffuse ci sono la

miopia e l’ astigmatismo , che spesso vengono confuse. In realtà questi due difetti della vista sono molto diversi tra loro, così come parzialmente diversi sono i sintomi. Zona Franca ha chiesto il supporto alla dottoressa Valentina Cifalinò, specialista in oftalmologia.

 

Quanto e come l’esposizione ai dispositivi elettronici (cellulari, pc, tablet, TV) può comportare una perdita graduale di parte della vista?

Recenti studi hanno dimostrato che l’utilizzo di tablet, pc e qualunque tipo di dispositivo elettronico provoca disturbi visivi e un aggravamento della miopia, soprattutto nei bambini in età di accrescimento. E’ pertanto consigliabile che i bambini stiano almento 40 minuti al giorno all’aria aperta evitando che siano sottoposti a un eccessivo affaticamento visivo nella media distanza.

La miopia è una malattia che interessa unicamente la vista “da lontano” ; chi soffre di miopia infatti non riesce a focalizzare e mettere a fuoco le immagini lontane. Questo problema alla vista è dovuto al fatto che i raggi luminosi non colpiscono correttamente la retina ma si focalizzano d’avanti ad essa. Gli affetti da miopia hanno infatti il bulbo oculare leggermente più lungo rispetto alle normali dimensioni.

E possibile curare la miopia?

  Si, con l’utilizzo di lenti, evitando eccessivi sforzi accomodativi e avendo cura di sottoporre soprattutto i bambini a controlli periodici. Il laser oggi è in grado di eliminare l’uso delle lenti ma non bisogna dimenticare che l’occhio rimane sempre miope e che è necessario controllare la retina periodicamente.

A quale età è consigliabile sottoporre i bambini a un controllo?

Dai 2 ai 5 anni, soprattutto se i genitori portano occhiali correttivi.

I soggetti affetti da astigmatismo non riescono a focalizzare né le immagini vicine né tanto meno quelle lontane. Questo difetto è legato alla forma della cornea non perfettamente sferica. Questo comporta  una visione offuscata o distorta a qualsiasi distanza, in modo variabile in base al grado di astigmatismo.

Come si può curare l’astigmatismo ?

E’ possibile correggere l’astigmatismo con l’utilizzo di lenti o se ci sono i requisiti atrraverso la chirurgia refrattiva

Le moderne tecniche chirurgiche utilizzano il laser ad eccimeri per la correzione della miopia, dell’astigmatsmo e dell’ipermetropia.

Quanto sono efficaci e chi si può sottoporsi  a tale intervento ?

Possono essere efficaci anche  al 100% se il difetto visivo è stabile nei vari controlli consecutivi.  E’  possibile eseguire l’intervento se non ci sono problemi legati allo spessore ridotto della cornea

(bisogna eseguire una topografia corneale e altri controlli , se l vista è stabile per i controlli consecutivi e intorno ai 24-25 anni di età

 

Redazione Administrator

Be the first to comment

Rispondi