Carlo Abate Parrucchieri e Una stanza per un sorriso – Le iniziative da sostenere: Sansone

L’associazione Onlus “Altamura – Una stanza per un sorriso” sostiene i pazienti oncologici attraverso un’iniziativa molto bella: Sansone; il nome è quello del personaggio biblico che perde la sua grande forza perdendo i capelli.
La perdita dei capelli è una cosa cui va incontro chi lotta contro il cancro. L’associazione ha deciso di promuovere la donazione dei capelli che diventeranno parrucche per chi ne ha bisogno. Circa 100 parrucchieri, in tutta Italia, hanno aderito all’iniziativa e fra loro c’è
Carlo Abate, parrucchiere paternese che non necessita presentazioni, e a lui abbiamo chiesto di raccontarci: “Ho saputo di questo progetto parlando con un amico di Palermo. Come altri colleghi mi sono spesso trovato con clienti che stanno combattendo una delle battaglie più difficili della vita, e conosco il disagio che provano quando bisogna rasare i capelli; e allora ho pensato che potevo sposare il progetto Sansone”.
Carlo ci spiega le modalità di donazione: i capelli non devono essere trattati o decolorati, e occorre donare ciocche di almeno 25centimetri. Carlo si impegna ad eseguire “il taglio Sansone” gratuitamente: “Le donatrici non pagheranno né taglio né piega”.
Carlo Abate dice di essere felice per questa iniziativa, e ci ricorda che purtroppo ogni anno, nel nostro Paese, sono circa 120mila le donne che si trovano a dovere fronteggiare il cancro. Sappiamo che la chemio ha effetti collaterali devastanti, e riuscire a vedersi meglio, migliorando il proprio aspetto, può risultare di grande aiuto.
I capelli sono un dato essenziale della nostra immagine, definiscono in qualche modo la nostra identità. E allora ben vengano iniziative come queste.
Chi volesse donare può prenotare il servizio da Carlo Abate che ringraziamo.
Carlo Abate Parrucchieri
Via Machiavelli 56/58 – Paternò
tel. 095- 854874

Cettina Caliò
Cettina Caliò Autori Zonafranca
Cettina Caliò dice di sé: “Nasco ossimoro: sono un sognatore realista”, e dicono di lei: “Sei una rompiballe epica”. Ha studiato presso la Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori di Roma e presso la Facoltà di lingue e letterature straniere di Catania. Scrive per Zona Franca da tre anni; lo ha visto nascere al tavolo di un bar, una mattina di primavera. Si occupa di insegnamento privato e di insegnamento on-line della lingua inglese. Scrive poesie e racconti. Sostiene di scrivere perché ha nostalgia di tutti i momenti in cui si è sentita viva. Ama le parole di due sillabe e gli autogrill. La musica classica è la sua variante del silenzio. Divide le persone in due categorie: quelle in gamba e quelle che non lo sono. Legge molto perché, afferma, le piace andare lontano restando vicino. Ha pubblicato 4 libri di poesie e ottenuto significativi riconoscimenti in ambito nazionale. Figura su riviste e antologie letterarie.

Be the first to comment

Rispondi