“People on the move”: l’App per monitorare lo stato di salute degli emigrati

Grazie alla collaborazione tra MSF Medici senza frontiere e la Fondazione IBM Italia nasce POM People on the Move. Un’App che ha l’obiettivo di assistere al meglio i migranti, i rifugiati e i richiedenti asilo che necessitano di cure lungo le tappe del loro viaggio. Servirà da supporto per l’équipe di MSF impegnati nelle operazioni di soccorso nei Balcani, in Sicilia o nel Mar Mediterraneo. Utilizzando appositi tablet, gli operatori di MSF potranno inserire in modo immediato i dati medici dei pazienti raccolti in forma anonima e in tempo reale in un unico database. Grazie a questo nuovo progetto si potrà ottimizzare l’intervento medico e aumentare il proprio impegno per garantite assistenza e condizioni di vita dignitose. Vittoria Gherardi, responsabile medico di MSF ha detto: «Questa tecnologia ci aiuterà a rispondere rapidamente alle varie esigenze mediche dei nostri pazienti per aiutarli al meglio nei pochi momenti del loro viaggio». la nuova App è stata promossa dal programma Impact Grants della Fondazione IBM Italia, e sviluppata dal Smart Solution Lab di Roma utilizzando software IBM ed è ospitata nel SoftLayer Data Centre nei pressi di Milano. Angelo Failla, Direttore della Fondazione IBM Italia, ci spiega : «L’applicazione sviluppata da IBM aiuterà i medici di MSF e gli operatori sanitari a fornire sollievo a queste popolazioni vulnerabili che hanno bisogno di cure mediche». Sarà consentito di poter registrare in forma anonima le caratteristiche dei pazienti, le loro condizioni di salute e la presenza di minori non accompagnati, donne incinte, disabili, persone sopravvissute a traumi o con patologie croniche, i traumi subiti prima o durante il viaggio, il tipo di intervento medico o psicologico effettuato dalle équipe di MSF, fino all’eventuale trasferimento nel sistema sanitario nazionale.

app 1

Teklab

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: